lunedì 28 maggio 2012

Mercatini delle pulci - Giugno 2012

Tra antiquariato e vintage, il fascino d'antan dei principali mercati delle pulci italiani dove ogni mese antiquari, appassionati brocanteur e collezionisti propongono in vendita i loro oggetti.
Gli appuntamenti selezionati per il mese di giugno.



2-3 giugno
VERRÈS (AO)
Petite Marché des Brocanteurs, nelle vie del centro storico, orario 8-19; 250 espositori espongono mobili d’antiquariato, libri, giochi, soprammobili e riviste.

OVADA (AL)
Mercatino dell’antiquariato, nelle vie del centro storico, orario 8-18; 150 espositori provenienti anche da Emilia e Lombardia offrono ai visitatori oggetti d’antiquariato e collezionismo.

BRUGINE (PD)
Mercato dell’Antiquario, sotto il portico della Barchessa, orario 8-20; 350 espositori propongono libri, radio d’epoca, bambole, argenti antichi e molti oggetti di modernariato.

FROSINONE
Mercatino dell’Antiquariato, in piazza Valchera, orario 8-20; 100 bancarelle sulle quali vengono esposti piccoli oggetti di chincaglieria, oggetti vintage e di modernariato.

10 giugno
CASALE MONFERRATO (AL)
Mercatino dell’antiquariato, presso l’area del mercato coperto Pavia, orario 14-19; 180 bancarelle di arredi, mobili, libri, ceramiche, argenti, gioielli, merletti e oggetti sacri. Anche il sabato pomeriggio.

PISA
Mercatino antiquario, nelle vie del centro storico, orario 9-18; 120 bancarelle sulle quali è possibile trovare pregevoli oggetti d’antiquariato e da collezione. Anche il sabato pomeriggio.

VICENZA
Deballage dell’Antiquariato, in Campo Marzio, nei pressi della stazione ferroviaria, orario 8-18; 300 espositori provenienti da tutta Italia e dall’estero propongono mobili, libri, monete, stampe, fumetti e dischi.

ALBANO LAZIALE (RM)
Il mercatino di Albano, in via Terme di Cellomaio, orario 9-18; 150 bancarelle sulle quali vengono propoti stoviglie, quadri, stampe, monete, francobolli e chincaglieria.

17 giugno
LIONE – FRANCIA
Brocante du Vieux Lyon, intorno alla cattedrale di Saint Jean, orario 8-19; 80 espositori propongono bambole antiche, porcellane, mobili, gioielli, abiti, strumenti musicali e dischi rari.

TORINO
Fera d’la leja, in via San Donato, orario 7-19; 100 espositori propongono oggettistica, piccolo antiquariato, mobili antichi, articoli di modernariato, vetri, libri e stampe.

SPILAMBERTO (MO)
Ottocento e dintorni, lungo le vie del centro storico, orario 9-20; 100 espositori propongono oggetti d’antiquariato e da collezione, mobili, pizzi e ricami.

CALTAGIRONE (CT)
A truvatura, in piazza Duomo, orario 9-20; 100 espositori propongono mobili d’antiquariato siciliano, ceramiche, pupi, stoffe e oggetti di artigianato e brocantage.

24 giugno
BELLUNO
Cose di Vecchie Case, in piazza Duomo, orario 8-20; 100 bancarelle sulle quali vengono esposti oggetti d’arte, cartoline, libri, stampe, pizzi, merletti e bigiotteria.

BOLLATE (MI)
Mercatino dell’usato e dell’antiquariato in piazza Resistenza, orario 8-14; 150 espositori offrono mobili, quadri, stampe e oggettistica di antichità e modernariato.

SARZANA (SP)
La soffitta nella strada, in piazza Matteotti XXV, orario 9-18; 200 espositori propongono mobili, orologi, porcellane, argenti, gioielli, bambole, giochi, collezionismo.

LECCE
Mercato dell'Antiquariato e del Modernariato, in Via XX Settembre, orario 8-20; 80 bancarelle di piccolo antiquariato, collezionismo e vecchie ceramiche.
 
::: LA (RI)SCOPERTA DEL MESE

SET DA BIBITA
Bicchieri promozionali Coca Cola,
anni Ottanta - Collezione privata
Fanno molto “casa della nonna” o “ricordo di un’estate” i set da bibita del passato. A partire dai modelli più raffinati degli anni Cinquanta, passando per il pop degli anni Sessanta e arrivando ai pubblicitari degli anni Settanta e Ottanta, questi articoli strettamente legati alla buona stagione hanno segnato una moda mentre oggi godono di poca attenzione. Portarsi a casa un pezzo di passato a cifre irrisorie non è difficile: si parte dai 5 euro dei set pubblicitari più recenti privi di caraffa per arrivare non oltre i 30 dei set degli anni Cinquanta che, con appena una decina di euro in più possono essere accoppiati alla relativa caraffa. Trattandosi di oggetti d’uso comune realizzati da numerosi produttori non esistono problemi di riconoscimento: si tratta di un acquisto sicuro che corre un unico rischio, quello di finire in frantumi se usato con poca cura.

Questo articolo è costato molte ore di ricerca: non copiarmi, cita la fonte.